MUFFA, CONDENSA,ISOLAMENTO TERMICO

CLASSIFICAZIONE ENERGETICA DELL'EDIFICO - CAPPOTTO TERMICO - MA SE VI E' UMIDITA' DI RISALITA NON BASTA BISOGNA PRIMA RISOLVERE IL PROBLEMA RISALITA DEUMIDIFICANDO IL MURO.

Quando si progetta l’isolamento delle pareti esterne di un edificio, bisogna considerare molti elementi tra loro correlati. Il semplice raggiungimento di una bassa trasmittanza non garantisce da solo un soddisfacente comfort abitativo.Sempre che non ci siano solo problemi dovuti ad una scarsa coibentazione , ma nel caso risulti anche 'umidità di risalita dei muri perimetrali e interni non risolviamo il problema .

 

Il “cappotto” è il sistema di isolamento termico  con cui si identifica la metodologia di isolamento delle pareti perimetrali. Può essere realizzato all’esterno dell’edificio, nell’intercapedine della muratura, oppure all’interno.

Tale sistema è oggi molto diffuso in quanto  risponde in modo ottimale alle richieste previste dalla normativa per l’isolamento degli edifici.

Consiste nell’applicazione di pannelli isolanti che vengono incollati e fissati alle pareti e successivamente rifiniti con appositi intonaci armati.

Un buon isolamento a cappotto delle pareti perimetrali deve limitare la dispersione di calore dall’interno verso l’esterno durante la stagione invernale, ma deve anche limitare il flusso di calore dall’esterno verso l’interno durante la stagione estiva (Dlgs 192/05, Dlgs 311/06, DPR 59/09).

Allo stesso modo deve avere la capacità di migliorare l’isolamento acustico della struttura al fine di non essere disturbati dai rumori esterni.

Il cappotto deve essere dotato di elevata resistenza meccanica e agli urti, non deteriorarsi rapidamente in caso d’incendio e avere una durata pari o superiore a quella della struttura isolata.

Le persone passano la maggior parte del tempo (circa l’80%) all’interno di spazi chiusi, quindi è essenziale impiegare negli edifici isolanti che siano dotati di traspirabilità e che evitino l’accumulo di sostanze dannose per la salute umana.

Isolando la pareti dall’esterno si ottiene l’eliminazione di tutti i punti freddi e si aumenta la capacità di accumulo termico dell’edificio.

Questo consente all’impianto di riscaldamento di funzionare meno ore con un risparmio complessivo di combustibile (di conseguenza dei costi) e una riduzione delle emissioni inquinanti.

Altro vantaggio dell’isolamento a cappotto è l’eliminazione totale dei ponti termici, cioè di quei punti critici dell’edificio -come imbotti delle aperture e dei serramenti, angoli, pilastri inseriti nella muratura, cordoli, etc- dove è più facile che si verifichino fenomeni di formazione di muffe e condensa.


Installando il dispositivo AQUAPOL  deumidifichiamo

RICHIEDI UN  SOPRALLUOGO  GRATUITO

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti